Chi Siamo

NostraVita, un nome, una visione e un destino…

Nostravita nasce nel 2000, quando Elena e Annibale decidono di piantare 2 ettari di vigneti intorno a casa, al limitar del bosco.
Fino ad allora Nostra Signora della Vita, nome dato da Annibale alla proprietà, era stata la “semplice” dimora della nostra famiglia.
Questo fazzoletto di Terra all'estremità della Val d’Orcia, acquistato nel 1970, ci ha visto crescere in immersivo contatto con la Natura. I cavalli, il bosco, l’esplosione di ginestre d’estate e le silenziose nevicate d’inverno hanno scandito della nostra giovane famiglia.


Testimone di questo piccolo angolo di mondo, da quasi 200 anni si erge la Grande Quercia che, grazie alla sua poderosa energia, indicò al giovane Annibale dove costruire la casa.
Il suo tronco biforcuto è così presente in ogni etichetta, nella V rossa che campeggia nel nome Nostravita, a ricordare le origini, sempre.
NostraVita si trova su una collina a 520 metri sul livello del mare a sud del paese di Montalcino, con microclima e terreni perfetti per la coltivazione del Sangiovese.


Annibale, dopo anni di esperienza tecnica e manageriale nel mondo del vino presso prestigiose aziende locali, spinto e sostenuto da Elena, ha scelto di produrre pochissime bottiglie del suo Rosso e del suo Brunello, in simbiotico scambio energetico con quella terra scelta 30 anni prima per allevare i suoi cavalli Appaloosa e dove crescere le 3 figlie.

Annibale, profondo appassionato di Natura e storia locale, a volte artista poliedrico e originale, produce il vino come realizza ogni altro suo progetto: con sincera e spontanea dedizione e cura nel particolare e totale rispetto per la Natura e i suoi ritmi, accogliendo con gratitudine la peculiarità di ogni vendemmia come un dono da assaporare in ogni suo sorso.

Dal 2010 lo affianca Agim con filiale amore ed eccezionale dedizione nei lavori di vigna, cantina… e di arte. A vederli lavorare insieme si percepisce subito la loro profonda intesa che li fa muovere come in un unico ingranaggio perfetto e collaudato. Agim conosce singolarmente ogni pianta e se ne prende cura ogni giorno. La sua viva intelligenza e la capacità manuale, diventata negli anni accanto ad Annibale anche artistica, si uniscono sotto alla sua instancabile determinazione nel prendersi cura di NostraVita con infinito amore.

Carlotta, la terza figlia, si occupa dal 2019 dell’accoglienza e della comunicazione di Nostravita, pur portando avanti al contempo il suo personale percorso artistico che, dopo anni di illustrazione e scultura, si snoda adesso tra pigmenti naturali, tinture botaniche, collage e quaderni d’artista. www.carlottaparisi.it

Dal 2022 Carlotta è affiancata e sostenuta da Niccolò, giovane e talentuoso agronomo toscano che ha trovato in Nostravita una seconda famiglia dove poter tirare fuori tutta la sua passione e competenza nel mondo del vino. Seppur sia l’ultimo arrivato già è immerso in tutti i molteplici aspetti di Nostravita, dalla parte più agronomica passando per l’accoglienza e apprezzando anche agli aspetti più artistici e culturali, che vive con impagabile curiosità ed entusiasmo.

Tutto il resto della famiglia partecipa alla vita dell’azienda, seppur qualcuno lo faccia, come Valentina ed Elena, in maniera più riservata da dietro le quinte, mentre Jiuditta e Jianfranco vegliano con infinito amore su ogni nuova alba che illumina la Nostra Vita.

I più giovani Matilde, Dario, Agnese ed Elia, li puoi trovare a studiare sotto la Grande Querce, nella casa sull’albero, a cercare i funghi nel bosco o a pescare nel ruscello, abili e ormai esperti in tempo di vendemmia a selezionare i migliori chicchi destinati a diventar vino.

A rallegrare ogni nostro giorno in cui la Bellezza fa da sfondo con generosità, il dolce lagotto Krug accoglie festoso ogni nuovo ospite a cui racconteremo, grati, la nostra Storia.